23 settembre 2018
Andrea
Published in post

PLARTWO

Via Cigna 112
10155, Torino (Italia)

COME ARRIVARE:
Da Porta Nuova (stazione) prendere la M1 e poi bus 46 (fermata Valprato), poi camminare 1 minuto a piedi.
Da Porta Susa (stazione) prendere Bus 46 (fermata Valprato).

Nel 2017 la Fondazione PLART acquisisce uno spazio industriale dismesso nell’area di via Cigna a Torino risalente ai primi anni del ‘900, con l’obiettivo di aprire il nuovo Centro di Arte Innovazione e Ricerca PLARTWO che utilizzi i linguaggi artistici come strumenti capaci di comunicare concetti complessi legati alla cultura dell’ambiente e promuovere il design e l’arte estendendo il raggio d’azione all’architettura, fotografia, moda, lifestyle e la creatività in ogni sua forma.

La scelta della Fondazione ricade su Torino in quanto individuata come una delle realtà più interessanti a livello nazionale, città che negli ultimi anni ha saputo reinventare la propria immagine e che, grazie alla presenza e al lavoro svolto dalle importanti istituzioni culturali che qui vi risiedono e operano, ha saputo affermarsi come luogo di innovazione culturale e sperimentazione.

Con questo obiettivo nasce Plartwo, nuovo spazio culturale aperto e specializzato che, grazie anche al sapiente intervento architettonico di riutilizzo di uno spazio periferico industriale dismesso curato dall’architetto Alex Cepernich, si prefigge di divenire:
• centro di ricerca artistica e culturale sui temi del Design e dell’Arte, e studi sulla conservazione dei materiali polimerici;
• centro di innovazione culturale, dedicato alla sperimentazione artistica e alle più̀ diverse forme di creatività̀ con particolare attenzione alla scena nazionale e internazionale del design;
• laboratorio di diffusione e di ricerca per una nuova cultura dell’ambiente e del riuso;
• Spazio espositivo dove allestire mostre di qualità ed eventi di rilievo internazionale;
• Residenza d’artista per giovani che vogliono sperimentare, innovare e misurarsi con le sfide della contemporaneità;
• Spazio produttivo che accoglie start up innovative che trovano in plartwo il valore aggiunto per la valorizzazione del proprio brand e il luogo dove promuovere i contenuti culturali e l’innovazione insita nella propria produzione;
• Exclusive shop dedicato principalmente a oggetti di design originali, produzioni artistiche, arredamento, moda, accessori, e tutto quanto è arte e stile;
• Laboratorio didattico per scuole e famiglie e pubblico in genere;
• Centro di formazione per professionisti e specialisti del settore;
• Centro di consultazione specializzato con Biblioteca, Mediateca, Riviste di settore;

Una facciata in metallo motorizzata.
Una serie di quinte mobili in lamiera forata, metafora dello skyline urbano e richiamo concettuale alla dinamicità dello spazio.
Lo strumento ideale per una reinvenzione comunicativa ed estetica in continuo mutamento (la facciata può cambiare forma durante le ore della giornata e svelare in maniera silenziosa nuove installazioni, colori e forme).

TODAYS Festival sarà la prima occasione per accogliere il pubblico in questo spazio “work in progress” ospitando un evento unico e irripetibile curato dalla storica label londinese Touch che ha sempre significato culto del suono e della variegata ricerca artistica attorno a esso: trentacinque anni di passione intransigente che hanno reso l’etichetta londinese uno dei più solidi pilastri in materia sperimentale, nonché una casa per sound e visual artist oggi riconosciuti a livello mondiale!

La Fondazione PLART nasce a Napoli per volontà di Maria Pia Incutti, con l’obiettivo di diffondere la conoscenza scientifica e artistica legata ai materiali polimerici e conservare, studiare e promuovere il patrimonio culturale che racconta la modernità, la contemporaneità e l’innovazione.
Nello spazio polifunzionale situato nel centro di Napoli, viene allestito il Museo che, si compone di oltre 1500 pezzi, tra oggetti di design anonimo, di uso quotidiano e di opere di designer e artisti contemporanei, frutto della trentennale attività collezionistica di Maria Pia Incutti che, dagli anni ’90, espone in varie località d’Italia e del mondo tra le quali Villa Pignatelli a Napoli, il Politecnico di Milano, Saint Etienné, Sao Paulo, Parigi Grand Palace,ecc.
La Fondazione Plart affianca all’attività espositiva quella di ricerca per il recupero, la conservazione e il restauro delle opere d’arte e di design in plastica e nei suoi spazi è stato realizzato un laboratorio dotato di strumentazione ad alta tecnologia per la caratterizzazione dei materiali polimerici, fase, questa, preliminare per tracciare le linee-guida di un protocollo per una corretta conservazione.
La Fondazione Plart è inoltre molto attiva nella formazione e nella didattica e propone costantemente incontri, visite guidate e laboratori ludico-creativi basati su una cultura dei polimeri rispettosa dell’ambiente.
Accanto alla collezione permanente il Museo promuove importanti eventi espositivi, il cui filo conduttore è il rapporto che l’arte e il design hanno con il mondo delle plastiche d’autore.

Eventi: VENERDÌ 24/08

Artisti: SIMON SCOTT, GIUSEPPE IELASIPHILIP JECK, FABIO PERLETTA

Andrea

Comments are closed.

Scroll to Top
TICKETS