“Grazie tutto TODAYS…è stato magnifico!” declama in un riconoscibile accento americano Paul Banks degli Interpol salutando il pubblico meravigliosamente coinvolto della prima edizione 2015 da “tutto esaurito”, che ha trasformato Torino in un palcoscenico a cielo aperto.
E il sentimento comune è uno e uno solo: Torino ha riconosciuto TODAYS come uno dei suoi figli, capace di interpretare il dna della città che si trasforma, che elude le convenzioni per crearne di nuove e attuali.

Un festival molte volte è solo un festival, ovvero una sequenza di concerti e artisti per riempire palchi principali e secondari di un cartellone, l’edizione 2016 di TODAYS è arte, attitudine e musica che non teme il confronto, lo spera! Un festival che sfida gli stili più prevedibili e i luoghi comuni più inflazionati, alla ricerca di un altrove che conduca a esiti inediti lontani dalla ripetitività e dalla prevedibilità.

Nell’ultimo week-end di agosto, dal primo pomeriggio a notte inoltrata, Torino passa dall’essere corpo al dare corpo a un crocevia di suoni che si propagano lungo le spine architettoniche e l’archeologia industriale riqualificata della periferia urbana che li contiene, li custodisce, li rimescola, li riverbera e lascia che si diffondano.

TODAYS racconta il presente dove incontrarsi e dove incontrare, dove trovare romantiche memorie e contemporanee suggestioni in concerti di assoluta eccellenza internazionale, scambiare esperienze in momenti di formazione, scoprire produzioni originali ed eventi esclusivi, divenendo cassa di risonanza dei linguaggi della musica e delle sue diverse contaminazioni con le altre forme dell’arte.

Ed è così che partendo dalle piccole cose iniziamo a capire le grandi cose del nostro presente.
Del TODAY.

Gianluca Gozzi

 

CONTATTACI

Scrivici a info[at]todaysfestival.com

SEGUICI

https://www.facebook.com/TOdaysfestival
https://twitter.com/TODAYSfestival
https://www.instagram.com/todaysfestival/

L'unico vero realista è il visionario.
Federico Fellini
Scroll to Top