TRAP321 – poetiche di scrittura e composizione per giovani autori

La Trap è il linguaggio dei più piccoli tra i nostri figli grandi, talvolta incomprensibile e stratificata nel significato come una roccia magmatica. Grattando lo strato sottile se ne intuisce  la complessità che necessita di strumenti interpretativi. I trap boys cercano di mettere a fuoco una propria poetica espressiva in una selva di parole in codice che contraddistinguono
le singole tribù di giovani specie umane.
L’Associazione Gruppo Pensionati Vanchiglietta che con spirito partigiano gestisce dalla nascita la storica Bocciofila Vanchiglietta, propone il percorso TRAP321, poetiche di scrittura e composizione per giovani autori. Trapezi è un’incursione non lineare nella Trap torinese, una call tra giovanissimi autori, un percorso di estrazione indolore di adolescenti che producono la propria musica in camerette blindate.
Trapezi cerca Trap girl e Trap boy che vivono al margine, per portarli in luoghi fuori dal loro percorso: una vecchia bocciofila partigiana, un circolo di musica e sound vicino alla stazione di Madonna di Campagna, un archivio e un teatro nel cuore delle Vallette. Un esperimento di coinvolgimento in equilibrio dinamico tra il loro mondo e quello della musica professionale degli adulti in cui non ripongono nessuna fiducia. Trapezi è un percorso formativo pensato per moduli che si avvale di alcuni tutor che comporranno la giuria di valutazione delle candidature attraverso una chiamata pubblica. Per applicare ciascun candidato dovrà inviare una traccia o un video più una lettera motivazionale. Dopo il percorso formativo, i partecipanti saranno chiamati a produrre il progetto di un brano (testo e musica) con il quale parteciperanno alla selezione finale del vincitore del contest. Quale premio il vincitore riceverà un premio in danaro frusciante e un buono per la produzione di una demo professionale del loro brano presso No Mad studio.
Trapezi è un progetto curato da Laura Aricò e Maurizio Cilli al quale collaboreranno: Gabriele Ottino artista poliedrico, musicista, produttore, regista, Luca Ragagnin scrittore e paroliere italiano, Gianluigi Ricuperati, scrittore, saggista e curatore italiano, Arci Torino, il circolo Arci Cafè Neruda, lo spazio Officine CAOS gestito dalla Soc Coop. Stalker Teatro, Martin Pas, Ezra di NoMad Studio con la collaborazione dell’ dell’IPS Albe Steiner di Torino.

Scroll to Top
TICKETS